Lilyjane

Lilyjane

Lilyjane

..sono di tutto un po'... Lilyjane sono io..ma anche un pò le persone che si ritroveranno nei miei pensieri e riflessioni... non scriverò solo io: con me lavoreranno Mommy, Zompetta, Blackzappa ed altri amici che, ogni tanto, mi aiuteranno a tenervi compagnia...
BENVENUTI A TUTTI VOI AMICI :)

Transiberiana 5/6 Settembre 2017 - parte terza-

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Mon, November 06, 2017 20:56:30
Proprio in quell'istante il treno sobbalzo' sulle rotaie facendo tremare i bicchieri sulle mensole di legno massello e il vino in quello che Lilyjane teneva tra le mani. In effetti, il dubbio la donna l'ebbe: tremava per il sussulto meccanico o perché aveva percepito come una scossa elettrica nell'incrociare il suo sguardo? Era davvero un uomo affascinante, sulla quarantina, piuttosto alto, con un corpo massiccio e ben delineato. Sembrava forte e virile e serioso; aveva dei bei lineamenti e due occhi intensi incorniciati da piccole e sottili Rughette che rendevano lo sguardo ancora più accattivante. Sembrava dolce, ma pure fermo ed interessante. Aveva i capelli cortissimi e due braccia piuttosto muscolose. Non era una muscolatura artefatta, era naturalmente poderoso. Insomma Lily ne era rimasta affascinata: un vero colpo di fulmine avrebbe detto in seguito. Nonostante l'emozione finse indifferenza, anche quando scopri' che il tavolo del misterioso viaggiatore era proprio quello affianco al suo, posto sul lato opposto del finestrino. La sala da pranzo non era grandissima e la distanza tra i tavoli corrispondeva alla larghezza del passaggio intermedio. Avrebbero potuto parlare senza problemi, magari pure condividere un tavolo all'occorrenza o bere un bicchiere di vino insieme nella stanza dell'aperitivo. Si rendeva conto che il vortice di pensieri che le permeava la mente era decisamente poco confacente ad una donna della sua età e, per qualche minuto, se ne vergogno' pure un poco.
Ad un tratto però lei percepì gli occhi di lui sul suo corpo e non riuscì a trattenersi dal voltarsi verso l'uomo. "Salve" le disse lui; "buonasera" gli rispose lei. Bene: anche lui italiano. Fantastico: amava l'uomo italiano, lo trovava sexy e meno sfuggente di molti stranieri.
"Che ci fa tutta sola su un treno come questo?"
"Sono curiosa di nuovi paesaggi e nuove esperienze. Voglio stare un po' con me stessa e capire cosa voglio dalla vita...roba da poco insomma".
Dopo dieci minuti lui stava già sorseggiando una bevanda al tavolo con Lily ed entrambi stavano bene ...

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post125

Transiberiana -05/06 Settembre 2017

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sat, November 04, 2017 17:47:09
L'incontro con la buffa coppia aveva permesso a Lilyjane di rientrare in contatto con la realtà. Quell'atmosfera un po' surreale che percepiva l'aveva dolcemente tramortita e, in qualche modo difficile da descrivere, le aveva fatto un po' perdere il suo consueto raziocinio...del resto era un po' quello che voleva: imparare a non sentirsi obbligata ad avere sempre tutto sotto controllo.
Ad ogni modo aveva fame e si era fatta ora di cena. Inutile descrivere quanto fosse sexy con quel vestito rosso: durante il tragitto verso la sala da pranzo aveva incontrato più di una persona e, ovviamente, più di uno sguardo, ma lei a questo era piuttosto abituata seppur le facesse sempre piacere. Aveva 35 anni ed era ancora giovane, ma non così giovane dal non trovar piacevole occhi di tutte le età che le ricordavano quanto fosse ancora bella.
Alla porta del mini salotto antistante la sala ove avrebbe cenato incontro' due giovani uomini poco più che ventenni, presumibilmente russi o ucraini che, con un accenno di elegante saluto con il capo, le aprirono le due ante della porta. Si trovò improvvisamente come catapultata in un'epoca storica antecedente. Quella fatta di intrighi e nobiltà ed abiti lunghi e sfarzosi, quella delle carrozze e degli sguardi furbi, ma appena accennati, quella dei pomeriggi delle dame a sorseggiare del The dalle tazzine decorate e dei salotti dei nobili e degli arricchiti. Fu una sensazione meravigliosa, che durò giusto il tempo di scontrarsi con un cameriere maldestro e piuttosto maleducato che le indicò di dirigersi velocemente alla cena senza troppi convenevoli. Lilyjane non sopportava la gente troppo scontrosa e poco empatica, ancor di più se il soggetto fosse stato lì per rendere più agevole la loro lunga permanenza sul treno dei sogni. Di quel cameriere, però, amava ancor meno gli occhi da serpe, allungati ed inespressivi se non per un accenno di scontrosità poco latente ...
Arrivo' in sala e prese posto al numero di tavolo che le era stato assegnato. Era un tavolo che insisteva sul finestrino. Vi sarebbero state sedute comodamente quattro persone, ma le era stato tranquillamente offerto dato il numero non certo elevato di passeggeri.
Trovava splendido poter cenare nel mentre di osservare il paesaggio eterno che si succedeva fuori dalla casa viaggiante. I colori così tendenti a quelli dell'autunno: le sembrava di sentire il profumo boschivo delle foglie bagnate, di quello intenso del sottobosco e di funghi ...pure quello delle castagne che la nonna usava bollire e darle per merenda.
Ordino' una vellutata di verdure miste e un bicchiere di vino rosso. Nel mentre di alzare il bicchiere ed avvicinarlo al volto entro' lui ...

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post124

Transiberiana-5 Settembre 2017 ( parte II)

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, October 29, 2017 21:30:37
Se mai le avessero raccontato della meravigliosa sensazione che avrebbe provato nel sentirsi scorrere sulla pelle ancor sudata dell'acqua bollente, nel mentre di percepire la potenza dei motori sotto i piedi, lei non ci avrebbe mai creduto. Anche una semplice doccia acquisiva in quel momento un valore particolare, assumeva una nota speziata speciale, sapeva di nuovo e diverso e curioso. Intravedeva dall'angolo della doccia il panorama: una incredibile distesa verde con delle note autunnali già nascenti. Stava bene, si sentiva viva e voleva che anche gli altri passeggeri la vedessero così. Voleva splendere ed incantare...e forse, perché no, anche ammaliare qualora si fosse presentata la giusta occasione.
Chiunque l'avesse incontrata in quel momento, del resto, sarebbe stato quanto meno incuriosito da quella adulta, ma giovane donna mora, con quegli occhi castani così intensi ed espressivi, con quel corpo minuto seppur sinuoso e con quell'aria furba, intelligente e sicura di se' che accompagnava ogni suo movimento seppur impercettibile e sebbene, talvolta, imperfetto. Era bella? Si a suo modo lo era con quei bei lineamenti del volto, ma non era tanto quello che colpiva di lei. Gli uomini rimanevano affascinati dal modo di porsi, dai movimenti delle mani e da quel gesto di mordersi lievemente il labbro superiore durante le lunghe chiacchierate che, a volte, si trovavano ad affrontare con lei. Erano ammaliati dalla forza di carattere, dalla caparbietà e cultura e pure da quel poco di sfrontatezza che ne permeava la persona. Se solo avesse avuto piena consapevolezza del suo potere, sarebbe stata, forse, meno umile e più arrogante rischiando però, così, di perderne in fascino.
E comunque doveva uscire dalla cabina e scoprire le altre meraviglie di quella casa viaggiante.
Chiusa con un po' di fatica la cerniera posteriore del tubino rosso, Lilyjane fece per aprire la porta e si ritrovò faccia a faccia con un buffo signore che, per errore, stava per irrompere un po' goffamente nel suo piccolo nuovo angolo di mondo.
Era un signore italiano sulla sessantina, non molto alto e con un girovita che lasciava intendere di aver un po' abusato della classica dieta mediterranea. I capelli - o quelli che ne restava sul capo tondo tondo- erano puliti, ma poco curati, così come le sopracciglia: lunghe e indisciplinate. Gli occhi erano buoni però, ed erano dolci e vispi pur nascondendo un velo di lieve tristezza ( o forse solo di stanchezza). Tanta l'irruenza con cui aveva aperto la porticina, quanta la gentilezza nel porre le sue più sentite scuse visto - a dir di lui- "l'inqualificabile errore". Con lui c'era la moglie Maria: una donna dalla corporatura un po' robusta, ma dal bel volto paffuto e sorridente e con un atteggiamento educato e delicato a dispetto della decisa e burrosa corporatura. Ad ogni modo loro sarebbero stati i vicini di "stanza" per tutta la durata del viaggio e Lilyjane aveva tutta l'intenzione di conoscere quella buffa coppia di sposi che, evidentemente e un poco stranamente, circumnavigavano il treno da circa un'ora senza aver trovato anzitempo le proprie stanze

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post123

Transiberiana -5 Settembre 2017

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, October 29, 2017 15:14:32

Mosca-5 settembre 2017

"La donna si aspettava un treno diverso, meno moderno, più classico in linee e colori, più piccolo, meno affollato. Insomma si aspettava qualcosa di più e qualcosa di meno e, per un istante, aveva pensato di aver sprecato tempo e denaro in un viaggio che non sarebbe stato come se lo era immaginato. Poi, però, non appena salita, non appena percorso- accompagnata da una specie di anacronistico controllore- una parte del lungo corridoio incorniciato dalle piccole porte che lasciavano accedere alle cabine, si era già ricreduta. Se il primo pensiero era stato cupo, il secondo era stato di crescente curiosità e, come spesso pure la vita ti riserva sorprese non sempre amare, non appena giunta alla propria personale cabina, un senso di potere e libertà si era impadronito di lei. La "stanza" era minuscola. C'era una cuccetta per riposare, c'era un minuscolo armadietto utile per riporre giusto una valigia di medie dimensioni, vi era un angolo doccia e un piccolo bagno: aveva pagato decisamente di più per questo dettaglio, ma voleva il meglio...vi era pure un minuscolo "angolo caffè" con un tavolino arroccato al margine destro del finestrino sopra il quale spiccava una modestissima macchinetta da caffè. Non mancavano una bottiglietta d'acqua e un cioccolatino avvolto da una carta stropicciata e colorata- come il controllore - quale segno di benvenuto su quello che sarebbe stato il "treno dei sogni". Lilyjane guardò fuori dal finestrino e si accorse che il treno era in partenza...direzione Nizhny Novgorod...Lilyjane era curiosa e forse felice o forse semplicemente emozionata. Dopo aver salutato Lukas

Il controllore aveva deciso di concedersi qualche minuto di delizioso silenzio dalle parole per sentire anzi, ascoltare, l'intenso fragore del treno che, veloce, scorreva lungo le rotaie immense. L'attendevano più di 9.000 km di percorso e ben 6 fusi orari. Non sapeva ancora che, ad attenderla, vi era ben altro ...

Da Mosca a Nizhny vi erano circa 6 ore di treno. Avesse percorso il tragitto in terza classe avrebbe subito goduto della compagnia di molti altri viaggiatori; se non avesse preso questo treno speciale a cabine che solo una volta l'anno percorre queste distese sterminate, avrebbe dovuto acquistare il biglietto a tratte e non a chilometraggio e, probabilmente, avrebbe alloggiato allo "Smile Hostel" perché grazioso, a prezzi accessibili e insistente sulla strada principale di quella meravigliosa città, meno nota rispetto a Mosca, ma altrettanto ricca di storia e caratterizzata- anch'essa- da un Cremlino di grande valore storico ed artistico...ma no, il treno di Lilyjane era unico e lei non doveva preoccuparsi dei dettagli

Decise di spogliarsi e farsi una doccia calda pronta per la prima cena sul "train of dreams" - Così si chiamava - altrimenti detto "orzularni tayyorlash"...

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post122

Transiberiana

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, October 29, 2017 15:12:49

"...ma Lilyjane aveva ripreso quel viaggio alla ricerca di se'...la prima volta aveva visitato e fatte sue le lunghe strade americane, aveva condiviso momenti di intensa solitudine con se stessa, aveva guidato in solitaria per km e km fermandosi solo di tanto in tanto per guardare il cielo e riflettere.

Questa volta era stato diverso.

Stavolta aveva viaggiato comodamente rilassata su un treno e attraversato le immense distese transiberiane, aveva deciso di mettersi alla prova nei rapporti umani, aveva conosciuto molte persone così diverse da lei, ma tutte accomunate dalla volontà di trovare la propria pace interiore. Tante persone, tante storie, meno dettagli geografici, più emozioni.

Se il primo viaggio era stato funzionale alla "scoperta del bisogno", il secondo si era fondato sulla consapevolezza di se' rapportata al prossimo...perché un uomo può anche amare la solitudine, puo' - e deve-imparare a stare bene senza svendersi a false amicizie, ma mai potrà prescindere dagli altri uomini.

Un viaggio profondo questo, intenso, caldo e tenebroso più che mai..,

Questo viaggio e' iniziato a Mosca, il 5 settembre 2017, alle porte del periodo freddo e, di fatto, non si è mai concluso. Buon viaggio amici...💖🍀"....come avrete capito e' iniziato il secondo capitolo de" i viaggi di Lilyjane"... A tra non molto 😉

www.lilyjane.it

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post121

Carnevale si avvicina

Mondo BimbiPosted by Mommy Thu, February 02, 2017 23:17:52
Ciao a tutte mammine..Carnevale si avvicina e
per questo ho pensato di condividere con voi un interessante link per realizzare qualcosa di carino con i vostri piccoli o piccole..baci a tutteeee

http://www.nostrofiglio.it/focuspico/lavoretto-per-bambini-maschere-per-carnevale-degli-animali?gimg=67336&gpath=#img67336

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post120

L'inizio di un nuovo viaggio ...

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, January 08, 2017 15:59:19
È che a volte non riesci a stare in silenzio...a volte senti il desiderio di aprire il cuore e raccontare tutte le storie che raccoglie. A volte desideri lasciarti andare e lasciare ogni cosa...e vorresti urlare al mondo quanto hai sofferto e nascondi dietro ad un sorriso forzato...vorresti partire per un lungo viaggio senza ritorno: ed è così che non puoi evitare di scappare ma...ma solo per un po': poi il bisogno di tornare si fa sentire e tutto torna alla normalità. Chi dice, però, che questa realtà sia così male; forse basta aggiustare il tiro e davvero il viaggio alla scoperta del mondo ti aiuta a mantenere la tua serenità ritrovando te stessa e la tua pace interiore.
Questo è stato lo stimolo per questo secondo viaggio: tra i paesaggi intensi della Provenza a quelli misteriosi della vecchia Parigi...vi racconterò a breve questa nuova storia...sono tornata 🙂

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post119

Parigi- Provenza 1 Novembre 2016

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Tue, November 01, 2016 23:06:06

Ed è giunto il momento di raccontare il mio nuovo viaggio...attenzione: questa volta non sarà un diario di bordo; stavolta il viaggio ve lo racconterò a cose fatte. È già concluso ed è stato meraviglioso... Un giro per la splendida Provenza e poi la mia Parigi. Una Parigi sconosciuta, passionale, spericolata. Sto gustando un' omelette dal sapore intenso e ho appena concluso l'ultimo capitolo. Il primo viaggio aveva rappresentato " la consapevolezza di avere un bisogno". Questo secondo ha incarnato il mio desiderio di crescita emotiva: saper apprezzare quanto di bello la vita ti offre e goderne, per un po', inebriandoti ed imparando a sentire gli odori ed i sapori sui quali non sei più stata capace di concentrarti. Cresci vivendo nuove esperienze, cresci anche grazie alla capacità di cogliere il senso profondo e- a tratti- meravigliosamente perverso delle cose ...a breve vi spiegherò nei dettagli amici miei ...

  • Comments(1)//www.lilyjane.it/#post118
Next »