Lilyjane

Lilyjane

Lilyjane

..sono di tutto un po'... Lilyjane sono io..ma anche un pò le persone che si ritroveranno nei miei pensieri e riflessioni... non scriverò solo io: con me lavoreranno Mommy, Zompetta, Blackzappa ed altri amici che, ogni tanto, mi aiuteranno a tenervi compagnia...
BENVENUTI A TUTTI VOI AMICI :)

Route 66- 18 Agosto 2016 Amarillo/ Texas

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Thu, August 18, 2016 15:20:58
Inutile: non riesco a distogliere lo sguardo da quegli occhi freddi ed impassibili eppure cosi' pronti, attenti e pericolosi. Sto cercando di mangiare il secondo chilo di carne cucinata in "smoking"nel ristorante del motel dove soggiorno sulla old Route. Il motel e' l'unico che si può incontrare sulla mother Route 66 tra Oklaoma City e la città dove, appunto, ora mi trovo ossia Amarillo in Texas. L'albergo e' il Big Texas Steak Ranch, gli occhi che mi fissano appartengono ad un serpente a sonagli chiuso tristemente in una bacheca alla vista dei visitatori e il secondo kg di carne e' una scommessa con Bill il proprietario! È' suo uso offrire il pranzo a tutti coloro che riescono, in un'ora massima a mangiare ben due chilogrammi di carne bovina. Sto scoppiando ma non intendo mollare: scrivere nel frattempo mi da' sollievo. Ho viaggiato un po' non appena salutato Toulsa: avevo convenuto di trascorrere qualche ora sotto il cielo la notte e di non fermarmi ad Oklaoma City. Volevo raggiungere il Texas quanto prima! Desideravo sentire la pelle bruciare per il sole caldo e secco di questo immenso paese, stanca di quell'umidità che mi rendeva un poco nervosa. Il Texas e' meraviglioso: molto vasto e molto differente pure nelle temperature, ma sulla old Route si stava alla grande. Ho costeggiato immense praterie e sono giunta in questa simpatica cittadina di circa duecentomila abitanti...Amarillo significa "tendente al giallo" ed il nome non è stato dato a caso: solo in queste praterie e nel mentre di Avvicinarsi alla Contea di Potter, puoi scorgere una quantità incredibile di piccoli fiorellini gialli che mettono un mondo di allegria, non fosse per quella meravigliosa nota di colore. Sto bene, sento che sto facendo ciò che volevo, mi sento appagata per il senso di libertà che mi sta regalando questo viaggio e per i particolari offerti da questi paesaggi a me sconosciuti. Alla partenza ribadivo quanto l'Italia e solo l'Italia fosse stupenda, ora - seppur ancora ferma nelle mie posizioni campaniliste- inizio a guardare il nuovo mondo con occhi nuovi. Terminato il pranzo penso che sia utile fare un giretto in paese; la gente sembra cordiale e non si direbbe che, fino a pochi decenni fa, i texani venivano considerati rudi e scostanti. Sto per finire la bistecca ...temo che il serpente trovi me, però, un tipo succulento ..

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post111

Route 66- 14 Agosto 2016 Tulsa/ Oklahoma

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, August 14, 2016 20:39:59
Avevo una storia un tempo. Avevo una storia meravigliosa che ricorderò tutta la vita perché, pur senza vincoli, mi aveva salvata in molti modi possibili: avevo ricominciato a provare emozioni forti, avevo capito cosa volesse dire voler bene ad una persona che, tra l'altro, avrei potuto "perdere" da un giorno all'altro. Era finita, purtroppo, nel giorno in cui avevo ben inteso che quelle emozioni di cui la relazione si nutriva si erano sopite per lui. Non volevo essere una "tanto per", volevo essere quella "per cui ne valeva davvero la pena", seppur per quei brevi spazi d'eternità e nel totale rispetto della vita dell'altro. Era rimasto nel mio cuore, anzi, credo che un po' vi rimarrà sempre insieme all'amara delusione che aveva seguito la mia presa di coscienza. In questi giorni ho viaggiato non poco: circa seicento km da Saint Louis a Tulsa - Oklahoma- e così ho avuto modo di pensare, di riflettere sul mio percorso di vita e...sul percorso che stavo vivendo ora. La old Route in queste zone subisce un'ampia diramazione con la interstate 44 e attraversa immense distese di verdi praterie; le temperature tendono ad alzarsi e pure l'umidità. Mi è capitato di fermarmi per strada in un piccolo storico pit stop e di essermi ritrovata alla partenza fradicia come non mai. Ciò nonostante ho avuto proprio li' l'incredibile fortuna di imbattermi in colui che si definiva lontano parente di un famoso capotribù dei Creek, la più antica tribù indiana del luogo. Questa comunità era nota per i profondi dissidi interni tra coloro che vivevano nelle terre più a nord rispetto ai "mediani" mai nettamente decisi nella posizione da prendere nei confronti degli inglesi, che trattavano con gli americani per la spartizione delle loro terre. Due cose mi hanno particolarmente colpito della digressione para culturale del parente dei nativi. La prima: i Creek odiavano coloro che uccidevano il prossimo ed erano convinti che l'anima del defunto ucciso non avrebbe trovato pace sino alla vendetta...la seconda che, però, tutto il resto- nonostante il grado di nefandezza che potesse raggiungere- veniva perdonato con un rito denominato " festa del perdono"...era un'occasione che perdurava qualche giorno tra luglio e agosto, proprio il periodo in cui io mi trovavo a viaggiare nelle loro terre. Nella serata finale delle giornata di "purificazione"- laddove la gente della comunità veniva perdonata come si trattasse di una assoluzione e benedizione urbi et orbi- si era soliti bere una bevanda composta da erbe dei luoghi, una pozione nera con un incredibile effetto emetico. Probabilmente mi ero immedesimata molto nel racconto perche quella sera credo di aver vomitato come se non vi fosse un domani...probabilmente era l'whisky che avevo acquistato giorni prima fregandomene altamente del rischio di poter trascorrere qualche notte in gattabuia qualora beccata in stato di ebbrezza! A parte tutto Tulsa e' una cittadina carina: poco più di trecentomila abitanti a cavallo di una sorta di "laghetto artificiale" piuttosto panoramico. Assolutamente da visitare il Philbrook Museum of Art al 2727 S.Rockford RD 74114 Stati Uniti: inserito nella vera casa dello storico pioniere Waite Phillips e della moglie Genevieve raccoglie numerose e splendide opere d'arte anche degli antichi nativi americani. Ora mi trovo nel comodo letto di uno storico ed apprezzabile motel ( Claremor Motor Inn al 74017 -1709 N.Lynn Riggs Blu) e, onestamente, credo di dover spegnere i pensieri e riposare un po' .

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post108

Route 66/ 11 Agosto 2016-Saint Louis Missouri

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Thu, August 11, 2016 21:55:31
Vi chiederete perché non ho descritto il mio viaggio negli scorsi due giorni...vi avevo salutato a Springfield in Illinois e poi il nulla...beh non vi avevo nascosto la volontà di conoscere gente nuova e stimolante e così è stato. Il pomeriggio del giorno 9 ho ripreso il mio percorso, dopo aver salutato calorosamente le cinque turiste italiane e aver chiacchierato un paio d'ore con il proprietario del motel; ho percorso circa 300 km e sono giunta a Saint Louis - Missouri-. Tenevo molto a questa tappa perché patria di un blues autentico tanto quanto speciale: quello dove il pianoforte e' la voce principale, quello dove il suono ti entra nel sangue e istintivamente ti trovi a ballare senza senso e nell'anima. Il punto è che anche l'istinto aveva trovato il sopravvento! Mi trovo in un motel storico della old Route: Wagon Wheel Hotel Cuba ( 901 E.Washington b.)...e' un motel degli anni 30 vicino ad una piccola cittadina di nome Fanning nota per possedere la sedia a dondolo più grande del mondo...di questo albergo mi rimarrà impressa l'insegna al neon colorata proprio come nei films e, forse, anche la notte di sesso più sfrenato di tutta la mia vita. Un nome semplice, un "Mario Rossi" qualsiasi, ma che -proprio come quel qualsiasi- se fai un veloce excursus degli amici a catalogo, ti ritrovi a dover ammettere di non averne mai conosciuto uno di persona. John o almeno così si è fatto chiamare. L'ho conosciuto al motel alla stanza di fianco alla mia.. Si è presentato come un turista giunto da New York per visitare tutto il Missouri, patria dei suoi nonni. Dopo aver chiacchierato del più e del meno sui gradini antistanti il mio appartamento ha ben pensato di invitarmi allo storico pub blues di Saint Louis: BB's jazz blues and soups ( 700 S Broadway Saint Louis 63102- 1602). È lì' che si è creato il feeling giusto, e' li' che tra un drink e l'altro abbiamo deciso di rientrare in camera...nella mia per essere più precisi.
In quel momento capivo di sbagliare: fare sesso con uno sconosciuto, andare oltre ogni logica e sicurezza, rischiare di restare pericolosamente sola ed indifesa con un perfetto estraneo ...beh si dice che una volta all'anno sia lecito fare follie. Ho fatto una follia: l'umidità era come al solito altissima, ma credo che sia stato il calore che sprigionava il suo corpo ad alzare oltre ogni limite ed immaginazione la temperatura del mio. In un attimo ero stata privata dei jeans sdruciti e degli stivaletti borchiati che indossavo. La canotta bianca era sparita in un secondo e l'incontro era stato estenuante e meraviglioso. Subito dopo siamo rimasti abbracciati per circa trenta minuti senza parlare...sapevo che se ne doveva andare. Mi ha chiesto il numero di telefono ma io gli ho "solo" regalato una parte del mio intimo ...e' finita con un abbraccio immenso e tanta allegria...stavo riscoprendo di poter essere intensamente donna e ...ne ero felice.

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post106

Route 66- Springfield / Illinois 8 Agosto 2016

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Tue, August 09, 2016 12:59:51
Una pausa viaggio diurna fa sempre bene...mi trovo a Springfield- Illinois. Bella città, temperature intorno ai 24 gradi ma con un tasso di umidità di oltre il 70 % già alle 10 del mattino ...vento ridotto ma sempre un po' fastidioso. Normalmente percorro circa 300 km ogni giorno ma oggi ho deciso di fare un'eccezione...e in tutta onestà credo di avere fatto bene. Prima di partire avevo prenotato in prossimità della città la camera in un motel dove, se l'oste e' di buon umore, ti viene offerto pure una spettacolare cheese cake con una base di succo di frutti rossi ( non male nonostante gli accostamenti di sapore azzardati..). Il motel si trova - e mi trovo- al 625 E St Joseph St: credetemi sembra un cimelio della old Route 66, sembra di alloggiare in un museo della storica strada...trovi oggetti degli antichi pionieri e la gente che lo frequenta sembra rimasta agli anni 80! Carino...un po' di Amarcord mi mette allegria. Inizio a sentirmi parte integrante del mio percorso, inizio a percepire il piacere di stare sola con me stessa, inizio a dimenticare il passato e a lasciare spazio al nuovo. Ho deciso di fare un salto in città: carina, molto bello il Presidential Library AN Museum al 212 N Sixth ...mi piace l'idea che, pur trattandosi di una città grande non più della mia amata Bergamo, sia la "boss" di tutto l'Illinois...e poi e' capoluogo di una contea chiamata Sangamon proprio come un libro del Signore degli Anelli! Mi sono fatta accompagnare da cinque simpatiche turiste fai da te "from Italy"...stare un po' con loro mi ha aiutato a mantenere un piccolo - gradito - contatto con il mio mondo reale giusto per rendere meno traumatico il distacco, seppur temporaneo...abbiamo parlato di tante cose come se ci conoscessimo da tempo; il feeling e' stato immediato ed è successo in quel momento ... Quell'attimo in cui ho deciso che non mi sarei limitata a viaggiare ma che nell'incessante ricerca di me stessa, avrei lasciato qualche spazio ai rapporto umani...anche al piacere ...



  • Comments(3)//www.lilyjane.it/#post104

Route 66 Chicago/Springfield Illinois - 7 Agosto 2016

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Mon, August 08, 2016 21:31:01
Pensandoci bene non era il caso che scrivessi nel mentre della guida...ergo d'ora in poi relazionerò la mia giornata in serata...anche questa notte la trascorrerò nel retro del mio "portentoso bolide scoperchiabile" portentoso nel senso di "rumoroso".. Ho fatto bene ad acquistare un sacco a pelo: è comodo, caldo quanto basta e, soprattutto, mi permette di scrivere guardando le stelle. Da ragazzina amavo stendermi nei campi dietro la casa dei nonni e guardare il cielo: stavo spesso da sola ed uno dei miei passatempi preferiti consisteva nell'osservare con quanta velocità si muovessero le nuvole. Stasera mi sento un po' bambina e guardando le stelle immagino di scorgere i volti dei miei cari che non ci sono più. Non ho paura e questo sa dell'incredibile se riesco a concretizzare di trovarmi in uno spiazzo erboso poco distante da una strada in terra straniera. Non ci sono forti profumi: solo qualche raro fiorellino colorato e leggermente aromatico immerso in distese verdi che fanno da cornice al percorso. Il cielo oggi era un po' coperto e ammetto di aver provato un velo di tristezza...poco male: una veloce telefonata ad un orario improbabile in Italia alla mia famiglia e mi sono sentita subito meglio. Oggi il percorso era più vissuto: diversi turisti come me immagino...mi sto avvicinando a Springfield...si la città dei Simpson...in queste zone la Route si dirama temporaneamente in numerosi piccoli interscambi ma non importa: so che l'antico percorso originario- quello dei "pionieri "-non esiste più...ai tempi la gente percorreva questa strada nella speranza di raggiungere luoghi più ameni e ricchi ...molti di loro, però, dotati di spirito imprenditoriale, avevano deciso di fermarsi a vivere lungo il percorso dove costruivano piccoli "villaggi-pit stop" per gli altri viaggiatori...qualche volta durante il percorso ti imbatti in alcuni di questi rifugi divenuti ormai "fantasmi": se scendi dall'auto e ti avvicini ai ruderi puoi sentire dei veri scricchiolii stile film horror...l'unica certezza che ho maturato con questo viaggio sino ad oggi è che non mi fermerò mai a dormire in uno di questi ristori secolari...buona notte amici: oggi giornata tranquilla, nulla da segnalare...


  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post103

Route 66 - Chicago Illinois - 6 Agosto 2016

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sun, August 07, 2016 21:45:08
..a volte rimaniamo delusi dalle persone che riteniamo più fidate e questo fa soffrire...l'idea prima è quella di fuggire e tentare di cancellare i ricordi più vividi, quelli che, con una certa dose di masochismo, siamo portati a rivivere incessantemente come in un infernale girone dantesco. Di certe situazioni ricordi i profumi e le parole e alcune sensazioni pure! Forse questi pensieri hanno contribuito a farmi attraversare l'oceano per ....per guidare. Ho sempre pensato che la guida fosse meglio di un ansiolitico, ho trascorso ore al volante nei momenti più bui della mia vita come se guidare, osservare una strada con una musica ad alto volume mi aiutasse a non sentire i miei fuochi interiori. Questa strada, però, per me rappresentava LA strada, quella narrata dai film, quella descritta nelle canzoni più famose, quella che rappresenta in circa 4000 km la perfetta rappresentazione della vita:un lungo percorso, diversi ostacoli, persone e luoghi così diversi seppur separati da una manciata di km e, soprattutto, nessun obiettivo preciso se non quello di "sentirsi bene". L'idea dello stare bene, l'idea della ricerca della felicità, del resto, è proprio la musa ispiratrice della Costituzione degli Stati Uniti d'America: quella stronza che ti offre un cuscinetto emotivo nel rigore della quotidianità. Il viaggio prosegue piuttosto bene, umidità a parte le temperature diurne si aggirano, per ora, attorno ai 25 gradi e il percorso pare tranquillo: praterie e boschi cedui costeggiano l'infinita carreggiata e le "poche" macchine che incontri per strada sembrano guidate da gente per bene. Sicuramente qui sono tutti molto attenti ai limiti di velocità che per lo più - tradotto all'italiana- si aggirano tra i 50 e gli 80 km/h...ci sta: sei qui per rilassarti, ascoltare musica, vedere nuovi paesaggi e ...incontrare o ritrovare te stesso! Qualche pensiero sparso tra una canzone country e l'altra del tipo "come stai messa a soldi"? È cosa buona iniziare il percorso munito di un paio di carte di credito e non pochi dollari in tasca. Comunque, se ti dimostri un buon pagatore, gli americani diventano molto simpatici e ospitali. Avevo pagato il noleggio dell'auto circa 200 euro alla settimana ma non avevo lesinato sulle assicurazioni e avevo calcolato circa 700 dollari di benzina per percorrere la Route ...per quanto riguarda i soldi sono serena. Il problema vero è che non ho prenotato tutti i motel e quindi rischierò di dormire in auto qualche notte, ma non importa neppure questo in realtà: pare che, qlc sobborgo a parte e le grandi città, la delinquenza in questo percorso sia pressoché inesistente...o almeno così dicono. Altro problema di non irrilevante importanza: il venerdì, ma soprattutto i sabati e le domeniche i costi degli alberghi triplicano e non esagero...ma una cosa è certa: il denaro non deve in alcun modo impedirmi di godermi questo "viaggio interiore"..

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post102

5 agosto 2016 h.18 Chicago -Illinois

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Sat, August 06, 2016 00:49:49
Eccomi qui, a rimirare lo straccetto bianco con qualche stellina in sovrimpressione: nulla.. non c'è modo di farmi amare questo sterminato paese tanto quanto una qualsiasi minuscola distesa erbosa del mio piccolo Comune di campagna in Italia...eppure si...eccomi qui nella grande Chicago, in un tardo pomeriggio estivo, con un'umidità tale da far rimpiangere le passeggiate sul Brembo le domeniche in autunno e con un fastidioso venticello che mi scompiglia la chioma e mi rende nervosa..sto attendendo che l'agenzia mi consegni una macchina degna di questo nome con la quale, teoricamente, dovrò convivere per circa 25 giorni. Quando ho deciso di intraprendere il famoso percorso della " Route 66 "pensavo che avrei viaggiato a cavallo o in sella ad una motocicletta con borchie laterali metallizzate. Fortuna che il buon senso ha prevalso ricordando che è cosa buona avere un sedere utilizzabile ed una "sana" aria condizionata per i tragitti più caldi del viaggio ...pur essendo meno caro del previsto, però, non ho optato per una super figa vettura pluriaccessoriata ma per un trabicolo semi furgonato munito di condizionatore e di uno spazio con lettino colorato annesso: beh...caratteristico! Vabbè....meglio mangiare un panino, sperando di ordinare qualcosa di decente con l'ausilio del mio ridicolo inglese scolastico reso ancor più ridicolo da una, seppur lieve, cadenza bergamasca e poi tuffarsi nel letto del motel; domani la sveglia è poco dopo l'alba...come sto? Mi manca la mia terra e tutto qui è così ...diverso ...

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post99

Cosa è ?...

Sesso, Amore e fantasiaPosted by Lilyjane Tue, June 28, 2016 23:16:56
E poi torni a casa alla sera e ti fermi ad un semaforo posizionato ad hoc perché ci sono lavori in corso.
Sei intenta ad ascoltare una canzone che ti piace e lasci il braccio libero "fuori dal finestrino"...senti il rumore dei lavori in lontananza, ma anche il fresco della sera sulle braccia nude ed il profumo dei campi tutto intorno a te...pensi a quanto passi il tempo, pensi alle nottate parigine nei sottotetti stile classico..pensi allo svegliarti grazie al profumo del caffè caldo e della pasta fresca, croccante e calda. E poi pensi alla marmellata di fragole con una punta di zenzero che viene spalmata sulle labbra e assaggiata dolcemente. Poi piu' nulla, nessun pensiero: solo intense emozioni.
Poi la doccia e il vestirsi velocemente insieme e le passeggiate nelle vie principali ma pure e soprattutto in quelle meno conosciute e frequentate che, però, costeggiano piccoli ma simpatici parchetti cittadini ...un salto in biblioteca e subito a comprare delle baguettes ed un po' di formaggio fresco.. Nulla: non si lavora oggi e si ritorna a godere dei propri profumi nella piccola ma accogliente mansarda tutta bianca e legno chiaro....e continui ad inebriarti con i soli pensieri...e poi...e poi scatta il verde e torni a casa ...🐞

  • Comments(0)//www.lilyjane.it/#post77
« PreviousNext »